mercoledì 20 aprile 2011

INQUIETUDINE - Poesia di Elio Arnone

video
Inquietudine
     
            E’ sera.                
Dalla finestra della mia stanza
Guardo gli argentati pini.
Al di là di essi nulla è più futuro.
Prigioniero di una soffocante inquietudine
Cerco nei ricordi
Di un’adolescenza ormai lontana
Boccate d’ossigeno
Per riprendere fiato.   
(Elio Arnone)

2 commenti:

  1. Non permetta mai che la primavera rimanga indietro

    CREPÚSCULO

    El latir del corazón,
    atrás va dejando el tiempo…
    ¡Ay crepúsculo del alma
    de nostalgias nunca ajeno!

    Camino tras de mis pasos
    conservando mi equipaje;
    ¡¡Qué veloz llega el ocaso!...
    mas envuelto en mi ropaje
    y repleto de cariño ,
    con los andares de un niño,
    gozando voy del paisaje.

    TRADUZIONE (made in Terly)

    CREPUSCULO

    Il battito del cuore,
    sta lasciando alle spalle il tempo ...
    ¡Oh! Crepuscolo dell'anima
    mai libero di nostalgia!

    Vado dietro i miei passi
    mantenendo il mio bagaglio;
    ¡Che veloce arriba il declino! ...
    peró vestido de i miei panni
    e pieno d'amore,
    con'el andare di un bambino
    Mi godo il paesaggio.

    RispondiElimina
  2. Grazie Terly. Davvero molto bella. Ciao Elio.

    RispondiElimina